Cavolo Verza

Questa procedura si applica anche al Cavolo Nero e al Cavolo Cappuccio.
Coltivare soltanto una varietà alla volta (non ci devono essere cavoli fioriti in un raggio di 400 m). Ripiantare in primavera due teste dell’anno precedente, ben formate.
Seguire le seguenti operazioni:

  • le portasemi devono essere mature come se dovessero svernare, e vanno conservate tutte le radici. Le diverse varietà devono essere pronte in novembre-dicembre;
  • scegliere esemplari ricavati da una coltura che è andata complessivamente bene;
  • scegliere teste sode, pesanti, rispondenti in tutto alle caratteristiche della cv., col gambo corto e con piccioli molto ravvicinati; nervature sottili, colore ben netto. Le teste troppo mature vanno scartate, come pure quelle eccessivamente sviluppate, sintomo di degenerazione;
  • mettere a dimora gli esemplari prescelti, privati dalle foglie esterne, su terreno sano e ben lavorato, affondandoli finché il colmo della testa sfiori il terreno;
  • a primavera, qualora la testa faticasse ad aprirsi, incidere la superficie nella parte superiore; alla verza di forma conica fare a primavera 4 incisioni lungo i fianchi, oppure tagliare la testa al colletto, appena sotto le foglie, lasciando poi crescere 5-6 getti; Cicatrizzare la ferita con carbone di legno in polvere;
  • nel caso di sverno delle portasemi in cantina, raccoglierle con tutta la radici piantandole in terra d’orto o sabbia; metterle a dimora in marzo in modo che tutta la testa sporga dal terreno; scartare le foglie esterne marcite;
  • attenzione alle ibridazioni con altre brassicacee (crocifere);
  • applicare dei tutori agli steli;
  • la fioritura inizia a maggio e si protrae a lungo; cimare quindi i rami quando la metà inferiore porta abbastanza silique. Sospendere ogni annaffiatura durante la fioritura, e riprenderla all’occorrenza ad allegazione avvenuta;
  • raccogliere con prudenza quando le silique sono brunastre e gli steli giallastri, prima della completa maturazione per evitare la caduta dei semi;
  • posare i rametti su carta o tela per il trasporto, e appenderli in luogo ventilato per l’essiccazione. Il seme migliore è di colore bruno, il più scuro possibile; più tardi trebbiare.
Cavolo Verzaultima modifica: 2008-12-02T11:49:00+01:00da providence_77
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento