Aglio

22e5cce78ce25944c7c36c9cc661c073.jpgNon tutti sanno che l’aglio è una pianta perenne, e che sviluppa degli steli (foglie) ed una fioritura molto piacevole da vedere, quindi oltre le sue proprietà eccezionali può anche avere un valore estetico non indifferente.

Dal punto di vista della coltivazione è una pianta rustica, quindi si adatta bene anche a zone ombreggiate e fresche; non richiede particolare concimazione organica e può seguire cereali o fagioli, ma non altri ortaggi soprattutto da radice. Essendo perenne, è possibile tenere delle piante di aglio in modo permanente, e queste dovrebbero generare nuove piante tramite la separazione dei bulbilli, che bisogna separare dalla pianta madre quando avranno emesso i propri germogli.

Le prorpietà terapeutiche dell’aglio sono eccezionali: antielmintiche, ipotensive, espettoranti, digestive, carminative, antisettiche, ipoglicemizzanti. In altre parole facilita la digestione, è un antiossidante quindi previene i tumori ed è un ottimo conservante; è disinfettante e battericida; essendo espettorante (ed anche emolliente, secondo me) da solllievo alle vie respiratorie e ai bronchi sciogliendo e rimuovendo il muco; rafforza il sistema immunitario in generale; fa benissimo alla pelle e alla circolazione periferica.

Può essere dannoso, come tutto del resto, se consumato fresco e in modo eccessivo o per lunghi periodi di tempo.

 

Aglioultima modifica: 2008-02-26T16:28:20+01:00da providence_77
Reposta per primo quest’articolo

3 pensieri su “Aglio

Lascia un commento