Cicoria

dsc00258.jpgLa Cicoria (Cichorium intybus) è un tipo di insalata molto conosciuto e apprezzato, di cui si possono consumare le foglie fresche in insalata o bollite, le radici e i fiori. Il suo pregio maggiore è quello di essere una pianta perenne a ciclo biennale, cioè la radice continuerà a rigettare ogni anno, generando rosette di foglie il primo anno e poi lo stelo fiorale il secondo; è una pianta rustica, che si adatta bene a qualsiasi condizione climatica.
Ha delle proprietà importanti, conosciute e apprezzate dall’antichità, è un’erba amara, quindi favorisce la digestione e aiuta il fegato, e inoltre è: diuretica, leggermente lassativa, stomachica, antinfiammatoria, febbrifuga, tonica ( per fegato e cistifellea) e depurativa. La radice, seccata e tostata, può essere usata ed è stata parecchio usata in passato, come succedaneo del caffè (caffè olandese). In Germania era nota come erba del sole o del solstizio (sponsa solis, sposa del sole), forse perchè fiorisce intorno al periodo d’inizio estate o poco dopo.
Un piatto tradizionale e antico sono le Puntarelle, fatto con gli scapi fiorali appena spuntati, tagliati e messi in acqua fredda per farli arricciare, scolate e condite con olio, aglio e volendo alici e sale, il tutto pestato in un mortaio a formare una crema.

Cicoriaultima modifica: 2010-02-02T12:04:43+01:00da providence_77
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento