Lunaria

DSC00855.JPGQuesta bellissima pianta appartiene alla famiglia delle Brassicacee, la stessa dei cavoli per intenderci, e infatti i fiori di color porpora assomigliano molto a quelli del cavolo cappuccio, anche se più grandi ed elaborati.
Pare che il nome Lunaria non sia dovuto alla somiglianza dei suoi frutti al nostro satellite, bensì derivi dagli alchimisti che ritenevano questa pianta in grado di tramutare il mercurio (chiamato luna) in argento.
Sembrerebbe una pianta annuale o biennale, invece dovrebbe essere perenne, ma probabilmente dipende dalla varietà.
E’ tutta commestibile, foglie e radici (queste ultime sono più tenere prima della fioritura) si possono consumare bollite o in insalata; con i semi si può preparare una salsa simile alla senape.
Per ulteriori dettagli, anche sull’uso medicinale, rimando all’ottima scheda del sito funghiitaliani.it .

DSC00856.JPG

Lunariaultima modifica: 2011-05-07T08:35:00+02:00da providence_77
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento