Riflessioni

medium_sfondo-paesaggio-natalizio-2.jpgVuoto

“Come posso dire che sia vuoto questo mondo,
visto che ho di fronte a me, continuamente, gli esseri?”

Non equivocare il termine,
è qui il nocciolo del tuo problema, amico.

Gli esseri esistono, con le loro menti e corpi,
tuttavia queste menti e questi corpi, cambiano continuamente,
in un flusso instabile, sempre mutando
in qualcosa di differente da ciò che erano prima.

Questo è il significato di “vuoto”,
nient’altro.
Vuoto significa, “vuoto di sostanza stabile”,
e non “inesistente”.

Spero di aver chiarito questo insegnamento.

Bhikkhu Samahita

 

Che verità possiamo stringere nel pugno
se quel che crediamo definitivo
è soggetto al cambiamento?

Ogni cosa muta, non resta incisa
e tu sei dentro questo flusso,
dove tutto è sostanza volatile
e dove la realtà va accolta
senza inutile attaccamento,
per essere liberi dalla sofferenza
che noi stessi ci causiamo.

Poetyca

Fonte: http://www.bodhidharma.it

Riflessioniultima modifica: 2008-12-16T08:57:47+01:00da providence_77
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “Riflessioni

  1. il flusso ci dà sostanza a cambiamento, vuoto pieno insieme nel movimento verso qualcosa che non sarà mai fine e stasi..senza flusso non saremmo qui forse..mi piace vuoto come mutabile, che non significa non esistenza..il che ci preserva dall’essere un mestiere un luogo una relazione..ma ci conduce a essere vivi dentro un mestiere un luogo una relazione..forse può essere anche così..bacio a

Lascia un commento